top of page

Il sistema immunitario, il nostro guardiano più importante.

Ogni bravo contadino sa che, per far crescere rigogliosi i suoi prodotti, prima di tutto dovrà preoccuparsi di preparare un terreno favorevole e adatto alle sue colture.

Se trasferiamo questo semplice concetto all'organismo umano, comprendiamo come, più che i virus e i microbi con cui possiamo venire in contatto, sia importante la qualità del nostro "terreno", ossia quanto sia fondamentale lo stato del nostro organismo nel favorire o meno l'attecchimento dei virus.


Che cos'è, più di tutto, che ci garantisce un buon "terreno"? Quali sono le caratteristiche di una persona in salute e in armonia con il proprio corpo e la propria mente? Che abitudini ha? Come mangia? Che stile di vita conduce? Che emozioni prova? Come gestisce il suo stress?


Il direttore d'orchestra, colui che, in allerta permanente, ci difende strenuamente e ci permette di rimanere in salute, è il Sistema Immunitario.

Il sistema immunitario è un sistema biologico (di cui si conosce ancora pochissimo) che difende il nostro corpo dagli invasori esterni (virus, batteri, funghi, parassiti), che possono danneggiare l'organismo anche in modo permanente.

I peggiori nemici del sistema immunitario sono i RADICALI LIBERI, ossia molecole ossidanti prodotte dal metabolismo dell'ossigeno che respiriamo. Proprio come un'auto che produce gas di scarico, anche nel nostro organismo si formano degli scarti: i famigerati radicali liberi, molecole instabili (liberi) che hanno perso un elettrone e che, nel tentativo di ritrovarlo, trasformano in radicali liberi tutto ciò che incontrano.

Per esempio, sottraendo l'elettrone al collagene della pelle, ne accelerano il processo di invecchiamento; sottraendo l'elettrone al cristallino, predispongono alla cataratta o presbiopia.

Naturalmente i radicali liberi aumentano a causa di svariati fattori: stress, inquinamento, cattiva alimentazione, cattivo sonno, abuso di farmaci, fumo, alcol, radiazioni, pesticidi, ma anche una esagerata attività fisica.

Quando si formano radicali liberi in eccesso si parla di Stress Ossidativo, una condizione che favorisce quindi il processo di invecchiamento e lo sviluppo di malattie degenerative.


Quali armi abbiamo per combattere i radicali liberi e quindi innalzare le nostre difese immunitarie? In Natura esistono sostanze in grado di bloccare l'ossidazione: gli antiossidanti.

Gli antiossidanti sono sostanze in grado (come dice il nome) di bloccare l'ossidazione, e si distinguono in endogeni (che produciamo nel nostro organismo) come il glutatione e la melatonina, ed esogeni che invece assumiamo con il cibo, tra i quali spiccano le vitamina A, C, E, il betacarotene, i polifenoli e oligoelementi come lo zinco e il selenio.


  • La vitamina A ha un ruolo fondamentale nella funzione immunitaria dell'organismo. Le fonti più ricche sono il latte, i formaggi, le uova. Nei vegetali è presente in carote, zucca, meloni, peperoni, mango, albicocche, spinaci, cavolo verde, patate dolci.

  • La vitamina C è fortemente presente nella rosa canina, acerola, ribes nero, agrumi, fragole, cavoli e broccoli, kiwy, peperone, rape, crescione. La vitamina C viene distrutta dal contatto con l'aria, quindi è bene mangiare alimenti freschi e preparati da poco.

  • La vitamina E è un antiossidante fondamentale perchè protegge le membrane cellulari dai danni ossidativi. E' contenuta negli oli polinsaturi (girasole, mais ma soprattutto l'olio extravergine d'oliva, il Re degli oli), nei semi oleosi (noci, nocciole, mandorle, semi di zucca e girasole) e nei cereali integrali (germe di grano).

  • Il Betacarotene (o pro-vitamina A) è presente in tutta la frutta e verdure di colore giallo-arancione e nelle verdure a foglia verde.

  • I polifenoli si trovano in tutta la frutta e verdura, come pure nel tè verde e nel vino rosso.

Appare quindi chiaro il ruolo chiave dell'alimentazione nel combattere lo stress ossidativo e innalzare le difese immunitarie, la nostra FONDAMENTALE protezione contro i virus e batteri. E' più che corretto munirsi di mascherine e mantenere il distanziamento sociale, ma la vera prevenzione si ottiene impegnandosi a correggere le nostre cattive abitudini e lo stile di vita in generale, a cominciare dalla tavola.


Che cosa ci predispone alla malattia? Più di tutto lo stress ossidativo e l'infiammazione.

Quali sono le cause dell'infiammazione?

  1. Alimentazione errata, fumo, alcol, droghe, scarsa attività fisica, carenza di sonno

  2. Forti stress psicologici, grandi dolori della vita

  3. Inquinamento ambientale ed elettromagnetico

  4. Infezione da virus o batteri

  5. Uso abituale e smodato di farmaci

Quali sono i cibi maggiormente infiammatori e acidificanti?

  • il consumo eccessivo di carne rossa (specie se proveniente da allevamenti intensivi)

  • carni processate e insaccati

  • latte vaccino e derivati perchè troppo ricchi di grassi saturi di derivazione animale e quindi fortemente acidificanti

  • zucchero bianco e tutto ciò che lo contiene, cioè bevande zuccherate (una lattina contiene il 58% di zucchero), dolci, cereali zuccherati per la colazione ecc.

  • tutti i prodotti da forno industriali prodotti con farine raffinate e glutine (pane, pasta, pancarrè, gnocchi, tortelli, pasta sfoglia e frolla, biscotti, torte, merendine, pizze ecc.) che oltretutto hanno un altissimo Indice Glicemico

  • troppo sale, che indurisce le pareti delle arterie e innalza la pressione sanguigne (le patatine sono uno dei peggiori cibi infiammatori!!)

  • i superalcolici, che fanno male, e non solo al fegato.

Quali sono invece i cibi sfiammanti, alleati della salute?

  • Le verdure fresche e biologiche, tra le quali spiccano tutte quelle appartenenti alla famiglia delle Crucifere (cavoli, broccoli, cavolfiori, verze, cavolini, cavolo nero e riccio)

  • la frutta di stagione, in quantità adeguate (2,3 frutti al giorno, non di più)

  • Il limone, l'agrume alcalinizzante più benefico in natura (le arance invece sono più acidificanti)

  • i cereali integrali e loro farine, ricchi di fibre, vitamine e minerali

  • il pesce pescato in mare (specie quello azzurro come sardine, sarde, sgombro, acciughe ricchissimi di acidi grassi Omega 3)

  • le uova fresche di galline felici

  • i legumi, importanti per il buon contenuto di proteine vegetali

  • i semi oleosi per il loro contenuto di fibra e preziosi grassi polinsaturi.

Inoltre possiamo dare un aiuto ulteriore al nostro sistema immunitario assumendo alcuni antiossidanti naturali antinfiammatori sotto forma di integratore. Parliamo di:

  • Echinacea, aumenta le difese naturali dell'organismo e protegge le vie respiratorie

  • Curcumina, indicata per il trattamento dei disturbi digestivi, è antinfiammatoria e antiossidante

  • Quercetina, combatte i radicali liberi, antinfiammatoria, antiossidante

  • Boswellia, antinfiammatoria e analgesico naturale, indicata per dolori muscolari, reumatismi, artrite e artrosi

  • Melatonina, oltre a favorire un buon sonno, regola il sistema cardiovascolare, stimola il sistema immunitario e protegge il sistema nervoso centrale.

  • Probiotici, rafforzano la flora batterica sana e sostengono il sistema immunitario che, per il 70-80%, si trova nel nostro intestino.

E naturalmente tutti gli effetti benefici dell'attività fisica moderata (se è troppo intensa produce radicali liberi) e quelli legati alla meditazione della quale ampi studi hanno dimostrato gli straordinari effetti benefici sull'organismo. Ma di questo parlerò in un altro articolo.


19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page