top of page

Ravioli di zucca con sugo di porri croccanti

Ci avviciniamo al Natale e in genere si comincia a pensare ai piatti e alle prelibatezze da portare in tavola. Le paste ripiene come tortelli, ravioli, agnolotti e cappellacci sono piatti speciali della tradizione che non possono mancare. E' vero, prepararli richiede un pò di tempo, dedizione e pazienza, ma l'amore e la gratitudine che leggerai negli occhi dei tuoi cari ti ripagheranno della fatica.


Ho imparato a fare la pasta fatta in casa da una mia carissima amica, Antonietta, che di professione fa la cuoca ed è emiliana. Le sarò per sempre grata perché la sua ricetta è infallibile e non mi tradisce mai. Infatti, oltre alle paste ripiene, questa sfoglia si può utilizzare per le lasagne, gli strozzapreti o delle semplici, fantastiche tagliatelle.

Oggi condivido con te questa ricetta per me così preziosa...fanne tesoro!


Per 5-6 persone:


Per la pasta:

  • 200 g di farina tipo 2

  • 50 g di semola di grano duro

  • 15 g di Parmigiano grattugiato

  • 1 uovo

  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva

  • 80 ml di acqua

Per il ripieno:

  • 1 kg di zucca tonda

  • 40 g di Parmigiano grattugiato

  • 1 cucchiaio di pangrattato

  • pizzico di noce moscata

  • sale, pepe q.b.

Per il condimento:

  • 1 porro grande

  • poca farina

  • 50 ml di vino bianco

  • 1 mestolo di brodo

  • 3 cucchiai di panna di soia

  • 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva

  • poco olio per friggere

  • sale, pepe q.b.

  1. Prepara la pasta. Lavora le farine con l'uovo leggermente battuto, il parmigiano, l'olio e l'acqua, fino a ottenere una pasta liscia e soda; avvolgila nella pellicola e mettila a riposare in frigo per 30 minuti.

  2. Prepara il ripieno. Taglia a spicchi la zucca, senza sbucciarla, cuocila in forno a 180°C per 40 minuti circa e fai intiepidire. Togli la buccia dalla zucca, trasferisci la polpa in una ciotola e schiacciala con una forchetta; mescola con il Parmigiano, il pangrattato, noce moscata, sale e pepe. Metti a riposare in frigorifero.

  3. Stendi la pasta in due sfoglie sottili alla volta. Metti dei cucchiaini di ripieno ben distanziati tra di loro su una sfoglia; copri con l'altra e ritaglia i ravioli con una rotella dentellata. Disponi i ravioli su un canovaccio infarinato.

  4. Prepara il condimento. Taglia a fettine sottili la parte verde del porro, infarinale bene e falle friggere nell'olio bollente, poi scolale su carta assorbente e tienile da parte.

  5. Trita il bianco del porro, fallo appassire nell'olio, sfuma con il vino, aggiungi un pò di brodo e cuoci per dieci minuti. Aggiusta di sale e pepe, unisci la panna, e riporta a bollore per 1 minuto.

  6. Cuoci i ravioli in acqua bollente salata, scolali e ripassali in padella con il condimento di porro. Spolverizza con poco parmigiano e completa con il porro croccante.

n.b. I ravioli si possono anche congelare distesi su un vassoio, e poi conservare in un sacchetto.


136 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page